People For Planet notizie ecologia, ambiente, benessere

 

Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

In Giappone un team di ricercatori dell’Istituto di Scienza e Tecnologia di Okinawa ha elaborato un progetto per sfruttare le onde del mare per produrre energia da fonte rinnovabile.
“Specialmente in Giappone, se andate in giro per la spiaggia, troverete molti tetrapodi (blocchi frangiflutti)” spiega il professor Tsumoru Shintake. Sostituendo i tetrapodi con micro turbine WEC (Wave Energy Converter) ancorate al fondale si potrebbe ottenere il duplice risultato di produrre energia e proteggere le coste dalla forza delle onde (che sbatterebbero contro le turbine, rallentando).
Tutta la struttura delle microturbine è flessibile e in grado di resistere ai fenomeni atmosferici più estremi. Il disegno delle pale è ispirato alle pinne del delfino.
“Utilizzando solo l’1% della riva del continente giapponese si potrebbero ottenere circa 10 gigawatt di potenza, equivalente a 10 centrali nucleari” conclude il professor Shintake.
I primi esperimenti della tecnologia sono in corso per sfruttare la corrente oceanica Kuroshio.
(Fonte: Rinnovabili.it)

Published in ECO-NEWS

Eolico costa meno del nucleare

E’ la prima volta che accade: i nuovi impianti offshore eolici del mare del Nord producono energia elettrica che costerà ai cittadini britannici meno di quella prodotta dalla centrale atomica di Hinkley Point.

Published in ECO-NEWS

27 ricercatori delle Università di Stanford, Berkeley, Berlino e Aarhus nell'ultimo numero della rivista scientifica Joule hanno pubblicato uno studio che analizza la possibile evoluzione del sistema energetico di 139 Paesi sulla base della domanda dei settori trasporti, riscaldamento/raffrescamento, industria, agricoltura, foreste e pesca, giungendo alla conclusione che lo scenario tutto rinnovabili "Wws" (wind, water and sunlight) è raggiungibile all'80% già nel 2030 e al 100% nel 2050.
Per il nostro Paese, i ricercatori stimano che se di qui al 2050 fosse raggiunto il "Wws", il costo dell'energia in Italia scenderebbe: da 9,68 cent di dollaro/kWh nel 2013 a 7,66 cent di dollaro/kWh nel Wws. Quest'ultimo scenario permetterebbe un risparmio procapite di 382 dollari all'anno, che sale a 7.733 dollari all'anno considerando anche i minori costi climatici e sanitari legati all'inquinamento. Lo studio calcola che con il Wws l'Italia potrebbe evitare al 2050 fino a 46.543 morti premature all'anno per inquinamento e creare 485.857 nuovi posti di lavoro.
(Fonte: Ansa.it)

Published in ECO-NEWS

A Porto Torres arriva il Reddito Energetico

Grazie a un’iniziativa del Movimento 5 stelle a Porto Torres è attivo fino a fine settembre il “Reddito Energetico”, un fondo destinato alle famiglie in difficoltà economiche per l’acquisto di impianti fotovoltaici da dare in comodato d’uso. Al termine dei 25 anni di contratto si può riscattare l’impianto.
La famiglia autoproduce e consuma l’energia elettrica, risparmiando in bolletta, il surplus della produzione viene venduto alla rete e i soldi alimentano il fondo stesso.
Il Sindaco Sean Wheeler "Siamo il primo Comune in Italia a lanciare l'iniziativa che coniuga diversi aspetti: la sostenibilità, l'incentivazione dell'energia alternativa e forme di risparmio per le famiglie beneficiarie di questo intervento. Auspichiamo che tanti cittadini presentino le domande.”
Stanziati 500mila euro per 100 impianti.
(Fonte: Ecquologia.com)

Published in ECO-NEWS

Video riassunto della quarta giornata del festival EcoFuturo, 12-16 luglio 2017, Fenice Green Energy Park di Padova.
In questa puntata: fuori il gasolio dall’Italia, fuori l’Italia dal gasolio!
Interviste a:
Carmela Bastianelli, camion a metano
Lorenzo Maggioni, biogas
Roberto Roasio, mobilità dual fuel diesel/metano
Elisa Zavoli, Marco Toni, legno per l’edilizia sostenibile
Luana Zanella, mobilità sostenibile a Venezia
Arturo Lorenzo, vicesindaco di Padova
Massimo Zaghi, biogas
Giampiero Zonta, seta etica in Italia
Alfredo Albiani e Giuseppe Paterniti per la parte EcoSalute
Per vedere il video clicca qui

Mobilità elettrica, nuove colonnine in arrivo
Trenta colonnine per la ricarica elettrica veloce a ridosso di alcune uscite autostradali dell’A1 Milano-Roma, A4 Torino Venezia, Salerno Reggio Calabria e Grande Raccordo Anulare, saranno disponibili già a settembre.
E nel 2018 vi saranno 180 nuove colonnine all’interno delle autostrade.
E’ il piano Enel per iniziare a creare l’infrastruttura di ricarica necessaria allo sviluppo della mobilità elettrica. Da Ecofuturo 2017 abbiamo imparato che siamo indietro rispetto al resto dell’Europa.
Il quinto giorno del festival è stato proprio dedicato all’auto elettrica, guarda qui il riassunto della giornata.

Published in ECO-NEWS

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

People For Planet

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542