People For Planet notizie ecologia, ambiente, benessere

Cacao si è trasferito su People For Planet, seguici lì!

 

Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

Un clown vi seppellirà Featured

Rate this item
(0 votes)

Cari amici,
nel Cacao di oggi pubblichiamo le prime pagine del nuovo libro di Dario Fo “Un clown vi seppellirà”, scritto a quattro mani con la giornalista del Corriere della Sera Giuseppina Manin.
Un'ironica riflessione sullo stato attuale della politica italiana, dalla figura di Beppe Grillo ai tentativi di nuove alleanze governative: “Abbiamo sopportato a testa china una situazione stagnante e disgustosa, ci siamo assuefatti a tutto, agli scandali, alle vergogne, alle pubbliche ostentazioni di ruberie e corruzioni, abbiamo assistito alle incoronazioni di prostitute e lenoni. Che altro dire se non: Benvenuta catastrofe!”.
E ancora: “Grillo è come uno dei personaggi delle mie commedie. Esce da quella scuola dei Misteri Medievali che gioca con il paradosso e l’assurdo. Un visionario surrealista la cui fantasia e le cui battute hanno avuto il merito di svegliare il Paese dormiente.”
Potete acquistare il libro direttamente online su Commercioetico.it clicca qui.

Buuuuum!!!

Dario! Ma cosa è successo?
Eh, Giuseppina, c'è stato un gran botto...

Tuoni e fulmini a febbraio. Forse una cometa come quella dei Re Magi, in ritardo sull'Epifania.

Facciamo cinque stelle. Tutte comparse d'improvviso in piena notte della Repubblica... Una luce inattesa, abbagliante. Come quella cascata di meteoriti che, solo pochi giorni prima del voto italiano, erano piovute sugli Urali. Un bombardamento siderale, una gragnuola di corpi celesti in caduta libera. Qualcuno si è beccato certi bozzi in testa da tramortire, qualcun altro invece si è svegliato dal coma... In ogni caso, in gran parte non ci siamo ancora riavuti.

Sembrano i segni di un'apocalisse. Di uno sbarco degli alieni.

Difatti sono sbarcati 163 marziani in Parlamento. Ennio Flaiano si sarebbe divertito un sacco. E mica con le antennine verdi in testa. Questi sono giovani, carini, un po' laureati, un po' precari, molto emozionati. Anche loro alquanto storditi da quell'atterraggio brusco e improvviso su un altro mondo. Ma determinati a stordire anche di più gli indigeni del posto, quelli che su quei seggi pubblici ci hanno messo radici millenarie, che considerano quella tribuna roba loro. Insomma, i veri ufo, malandati in apparenza, in realtà temibili e insidiosi. Nessun film di fantascienza aveva mai immaginato tanto. Altro che Spielberg, ci voleva Beppe Grillo.

Certo, ben pochi si immaginavano un tale sciame di stelle cadenti a ciel sereno.

Le avvisaglie c'erano state, eccome. Ma essendo i nostri indigeni plantigradi poco svegli per natura, sonnolenti e distratti dai loro continui baratti sottobanco, nessuno ci aveva fatto mai caso. Anche perché, oltre a esser ciechi come talpe, costoro devono anche essere sordi come campane, visto che nemmeno un'eco di quelle tante grida di piazza, via via sempre più alte e insistenti, sembrava esser mai stata intesa da loro...

Le cinque stelle sono state miracolose per tanti, di colpo hanno fatto riacquistare la vista e pure l'udito.

Mi viene in mente la storia della “stella nova” di Galileo. Verissima quanto istruttiva. Il 10 ottobre del 1604 comparve nel cielo sopra Padova una nuova stella. Prima un flebile brillio, poi, con il passare dei giorni, un chiarore sempre più forte. Tanto da superare in “luce splendidissima e sfavillante” ogni altro astro.
L'evento fece naturalmente gran scalpore. E anche molta paura. La Chiesa lo interpretò subito come un segno divino. Le comete, si sa, per loro hanno sempre annunciato qualcosa di grosso. Gli scienziati invece annaspavano alla ricerca di spiegazioni plausibili. Un tale prodigio non lasciò indifferente neanche Galileo, che proprio in quel periodo insegnava astronomia all'università della città veneta. In tre pubbliche lezioni sull'argomento, contraddicendo le tesi miracolistiche dei preti e quelle meteorologiche dei sapienti, sostenne che quell'astro non era altro che una “stella nova”. Nuova di zecca, qualcosa che prima non esisteva proprio. Teoria audace quanto insidiosa.

Mi ricordo questa tua concione in teatro. Facendo il verso a Galileo, sostenevi che ai tempi le opinioni sulla volta stellata erano appannaggio dei filosofi e dei teologi, il cui compito era sostanzialmente quello di tutelare la dottrina ufficiale di un universo finito, eterno, modellato una volta per tutte dalle mani del Creatore.

Certo, introducendo in quella volta immobile la comparsa di un nuovo corpo celeste, ecco che quel sistema immutabile diventava di colpo mutabile. Si apriva il varco a un universo illimitato, dove tutto poteva accadere. L'esplosione di quella supernova, perché tale doveva essere l'astro che dopo pochi giorni di fulgore sparì dal cielo, segnò l'avvio della rivoluzione galileiana che pochi anni dopo, nel 1610, avrebbe trovato il suo strumento principe nel telescopio.

Quel Galileo era un vero sovversivo dell'ordine celeste costituito. Naturalmente non la passò liscia. Attacchi e irrisioni gli piovvero addosso da ogni parte...

Per acquistare il libro direttamente online clicca qui

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542