People For Planet notizie ecologia, ambiente, benessere

 

Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

Dario Fo, Giotto o non Giotto - seconda parte

Rate this item
(0 votes)

Carissimi,
lunedì prossimo 20 aprile alle 21, su Rai 5, andrà in onda la seconda parte dello spettacolo-lezione di Dario Fo: Giotto o non Giotto. Riprendiamo anche noi dal libro edito dalla Franco Panini Editore e parliamo degli affreschi del Maestro toscano alla Cappella degli Scrovegni a Padova.
La parola a Dario Fo, buona lettura!

Giotto a Padova
Sul rovescio della grande parete d'ingresso alla Cappella degli Scrovegni sta dipinto un imponente affresco colmo di figure: si tratta del giudizio Universale aperto da una miriade di angeli che si levano in alto come un sipario. Sotto, quasi in mostra, uno dietro l'altro vediamo i dodici apostoli. In basso nel proscenio, a sinistra le anime degne, dal lato opposto i reprobi aggrediti da demoni che ne fanno scempio. Sono anime dannate, ma i loro corpi soffrono come da vivi, insomma siamo all'Inferno.
Dalla calca degli uomini eccelsi addobbati alla maniera trecentesca spunta un volto ornato da uno zuccotto giallo: secondo la tradizione dei Padovani, quello è Giotto o, meglio, il suo autoritratto.
Osservando più da vicino scopriamo nel mezzo la figura di Enrico Scrovegni, il banchiere committente della Cappella omonima, inginocchiato nell'atto di offrire alla Vergine il progetto in scala ridotta del monumento. A reggere la maquette della Cappella c'è un arciprete a sua volta in ginocchio. Si tratta di Altegrado de' Cattanei, l'erudito che ha aiutato Giotto nella scelta delle storie da affrescare; in verità non s'è trattato solo di un aiuto sul piano esecutivo: la presenza di tanto sapiente faceva da garanzia verso la Chiesa e da copertura teologica, morale e soprattutto politica.
Tornando al ritratto di Giotto, ci rendiamo conto che il pittore si è voluto sistemare, ma con una certa modestia, quasi nascosto, nella calca dei beati in Paradiso. Intorno a lui una folla di personaggi rappresentanti di profilo che puntano lo sguardo verso l'alto, nella parte superiore del grande affresco dove ci appare Gesù nell'atto di dividere i buoni dai cattivi. Gesù se ne sta imponente seduto su un tronco di nubi, il suo sguardo è severo, osserva solenne e privo d'ogni benevolo accoglimento quell'umanità per cui la redenzione ha fatto dono del suo corpo.
Sembra di ascoltare il ritmo immaginato da Carlo Porta che descrivendo l'atto finale così si esprime:
"Gesù stèva sentàr su 'na palandrana de' nivul
tuta trapuntàda de' teste de' cherubìt
ma la sua fàcia no' prumetèva negòta de bon:
con un sègn l'ha dat l'òrden ai angeli sonadòr del bofàr in le trombe
per revegià quei che dorme, inciuchìt dal De Profunde
"tirève su de drita che chi se sèrà su tuto el marchingègn:
tuto quel che ve 'rivàt conta pù nagòt.
La festa l'è finida e se fa fagòt!"

(Gesù stava seduto su una palandrana di nuvole
tutte trapunte di teste di cherubini
ma la sua faccia non prometteva niente di buono
con un segno ha dato ordine agli angeli suonatori di soffiare nelle trombe
per risvegliare quelli che dormono ubriachi dal De Profundis:
"Alzatevi che qui si chiude tutto il marchingegno:
tutto quello che avete raccolto non conta più niente
la festa è finita e si fa fagotto!")

Infatti due potenti angeli, in alto, stanno ognuno arrotolando il cielo e meglio il telo sul quale è dipinto lo scenario di nubi, cherubini e beati. Quindi lo spettacolo è finito, si raccoglie ogni cosa e si va tutti a dormire il sonno eterno. Guardate che stupenda idea è questa di incaricare gli angeli di raccogliere il gran fondale!

Per acquistare su Commercioetico.it il libro "Giotto o non Giotto" di Dario clicca qui

Last modified on

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

People For Planet

  • Il 17 settembre l’artista tedesco Martin Nothhelfer ha attraversato Milano in sella alla sua altissima bicicletta, dotata di un congegno che emette bolle di sapone dove l’aria è pulita oppure...

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542