People For Planet notizie ecologia, ambiente, benessere

Cacao si è trasferito su People For Planet, seguici lì!

 

Progetto Tell Me Alfabetizzazione dei migranti attraverso il teatro
A+ A A-

Le piante assorbono più Co2 del previsto

Un gruppo di ricercatori della Wyoming University (USA) ha scoperto che le piante stanno frenando i danni del global warming assorbendo più Co2 di quanto si pensasse.
Lo studio ipotizza che gli scienziati del clima abbiano sottovalutato la capacità delle piante di crescere e assorbire anidride carbonica di ben il 16%; questo potrebbe significare che sarà più facile raggiungere l’obiettivo di mantenere il riscaldamento globale sotto controllo.
(Fonte: Repubblica)

Published in ECO-NEWS

1,2,3... Piantatela!

Nelle Filippine il territorio boschivo era passato da 2,56 milioni di ettari nel 2003 a 1,93 nel 2010. Il Presidente Benigno Aquino ha quindi pensato d'invertire la tendenza dando il via a un programma di rimboschimento che è diventato una festa e un record. In una sola ora sono stati piantumati ben 3,2 milioni di alberi, grazie al lavoro di 160mila persone tra volontari e dipendenti del pubblico impiego.
E pare che il Presidente ci abbia preso gusto e voglia arrivare a piantare un miliardo e mezzo di alberi. In venti minuti.
Davide Calabria
(Fonte: Greenstyle)

Published in BUONE NOTIZIE

Mamma Chimica: The Green Way To Life

Torna Mamma Chimica!
In questo Cacao ci parla di una nuova certificazione con un nome molto poetico: The Green Way to Life, il modo verde di vivere, la strada verde per la vita.
Volete conoscere Mamma Chimica? Era con noi a Ecofuturo e l'abbiamo intervistata.  Oppure potete trovarla a Casa Solare dell'Ecovillaggio!
Buona lettura!

The Green Way To Life
Presto troveremo in commercio alcuni prodotti con questa nuova certificazione eco-bio-etica europea: The Green Way To Life.
Per ora riguarderà solo i detergenti per la casa e professionali, ma in seguito anche i cosmetici.
Questa nuovissima certificazione deriva da un lavoro di circa tre anni e il suo obiettivo è colmare la dicotomia che c'è nelle maggiori e più importanti certificazioni attualmente esistenti, proprio nel modo di affrontare il problema "ecologia e impatto ambientale".
Infatti, molte certificazioni si preoccupano soprattutto della provenienza delle materie prime, alcune garantiscono che le sostanze impiegate siano solo di derivazione biologica, ma danno meno peso all'impatto che poi avranno sull'ambiente dopo il loro utilizzo.
Altre certificazioni invece utilizzano anche molecole di sintesi e di derivazione petrolifera però si pongono il problema di tutto ciò che succederà, dal flacone all'ambiente, e hanno stringenti test di efficacia (Es. Ecolabel).
Un' associazione di produttori di detergenti ecosostenibili ha stabilito una serie di CRITERI che tengano conto GLOBALMENTE del prodotto, non solo dell'origine o del destino.
A febbraio 2013 l'associazione era composta da 11 produttori, tra i migliori in campo nella detergenza (italiani, francesi, belgi e tedeschi).
Quindi la certificazione è nata "dal basso", proprio da chi produce, anche da piccole aziende, con piccoli fatturati, ma che hanno come punto di forza la sostenibilità, l'innovazione e lo sviluppo di progetti locali. Ovviamente fanno parte dell'associazione anche chimici esperti del settore.
In pratica, ci saranno 10 parametri caratterizzanti il prodotto, con una scala di valori precisa (giudizi): impatto sugli organismi acquatici, performance di lavaggio, produzione di rifiuti, consumo di energia da fonti rinnovabili o meno, materie prime a km zero, costo del trasporto, ecc.
Il produttore attento e sensibile alle tematiche ambientali, che volesse ottenere questa certificazione avrà uno strumento per calcolare se la composizione chimica del suo prodotto e il flacone sono in linea con GWTL. Se lo sarà, potrà valorizzare la caratteristica del suo detergente, anche in previsione del tipo di clientela che vuole raggiungere.
Per esempio: potrà avere 10 in biologicità (tutto vegetale) e 6 in performance, oppure 6 in ecocompatibilità (perché usa sostanze non tutte verdi) ma 9 in efficacia.
Sull'etichetta compariranno obbligatoriamente 4 argomenti, gli altri 6 sul sito internet (perché spesso non c'è proprio lo spazio necessario sul flacone). Tutto questo darà una panoramica completa del prodotto, affinché ci sia la massima trasparenza possibile.
Ma non solo, GWTL sarà attenta anche al lavoro delle persone, avrà infatti una carta etica e per esempio la differenza tra il più alto e più basso stipendio dei dipendenti dell'azienda non deve essere maggiore di 20 volte.
Certamente anche i costi dei prodotti saranno diversi, a seconda dei parametri enfatizzati. Chi vorrà formulare un prodotto con tutti 10 probabilmente poi lo dovrà far pagare più caro, ma magari si avvicineranno a GWTL anche quelli che cominciano il loro percorso verso una detergenza più pulita e inizialmente avranno tutti 6 ma prezzi ragionevoli.
Alcune certificazioni locali attuali sono anche promotrici di Green way to life, quindi non ci saranno competizioni o "doppioni", ma magari delle sostituzioni di certificazione, perché ci si è resi conto che molte esigenze erano comuni a molti produttori.
Manca in realtà un ultimo parametro, l'undicesimo, che forse verrà messo in seguito quando si introdurranno anche i prodotti cosmetici, ovvero il parere dell'esperto (eco-dermatologo) per quanto riguarda appunto efficacia, piacevolezza ed ecodermocompatibilità del cosmetico.
Insomma, questa nuova certificazione potrà dare "soddisfazione" sia ai fabbricanti che ai consumatori!
Poi starà a noi scegliere, ma almeno abbiamo una buona base di partenza, chiara e calcolata scientificamente!

Per approfondire:
thegreenwaytolife.com
Sul forum Biodizionario, Cosmetici e prodotti biodegradabili
Video di presentazione
Altro video

Per leggere gli altri articoli di Mamma Chimica CLICCA QUI
Il blog di Mamma Chimica

Published in MAMMA CHIMICA

I video di EcoFuturo 2014

Intervista a Gunter Pauli, imprenditore, economista, scrittore, iniziatore della Blue Economy, un sistema economico che va oltre la green economy.
Durante il Festival EcoFuturo lo abbiamo intervistato e gli abbiamo chiesto dei suoi progetti e delle sue previsioni per il nostro "ecofuturo".
Buona visione!

Hai un'azienda o un prodotto che vorresti presentare al pubblico? Possiamo fornirti tutto quello che serve: troupe televisive, interviste brevi o lunghe. Guarda qui la nostra proposta. E partecipa a EcoFuturo d'autunno!
Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in SCIENZA E TECNOLOGIA

Boom degli orti urbani in Italia

 

Secondo una ricerca Coldiretti, nel 2013 gli orti urbani in Italia occupavano un'area di 3,3 milioni di mq (si tratta di terreni comunali messi a disposizione dei cittadini).
Nel 2011 la superficie era di 1,1 milioni di mq.
Gli orti urbani vengono dati in comodato d’uso gratuito con destinazione al consumo familiare e non a scopo di lucro ma sono un'ottima occasione per socializzare, permettono di recuperare zone abbandonate del proprio comune, sono terapeutici e fanno addirittura risparmiare denaro!
(Fonte: Ecoblog)

 

Published in ECO-NEWS

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Ecovillaggio Solare di Alcatraz

 Ecovillaggio Solare di Alcatraz
Vicino ad Alcatraz, in Umbria, stiamo costruendo un ecovillaggio immerso in una valle meravigliosa, silenziosa e incontaminata. Scopri qui il progetto

SITI AFFILIATI AL NOSTRO CIRCUITO

Cacao - Quotidiano di buone notizie comiche:
www.cacaonline.it

Merci Dolci srl:
www.commercioetico.it
www.mercidolci.it
www.energiaarcobaleno.com

Eleonora Albanese:
www.eleonoraalbanese.it

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542