A+ A A-

Mammachimica

Rate this item
(0 votes)

E’ tornata Mammachimica!!!
Buona lettura.

COME LAVARE LA VERDURA IN GRAVIDANZA
Una persona a me molto vicina è in dolce attesa…
Dedico a lei questa pillola di Mammachimica ma sono certa che sarà utile a molte.
Quando aspettiamo in bimbo siamo terrorizzate dalla Toxoplasmosi.
Non ne siamo venute a contatto per tutta la vita, anche se abbiamo viaggiato negli angoli più remoti e zozzi del pianeta, ma adesso ci sembra sempre in agguato!
All’epoca della mia gravidanza, la ginecologa mi aveva assicurato che dal mio gatto il contagio sarebbe stato molto difficile.
Innanzitutto avrebbe dovuto essere malato lui di toxo (e un gatto malato si vede!), e comunque per infettarmi avrei dovuto ingerire le oocisti della toxo presenti nelle sue feci… insomma una casualità abbastanza remota, non credete?
Quindi il veicolo di infezione maggiore rimane il cibo. E così niente carne cruda, prosciutto e insaccati vari. Le verdure solo cotte, e meno male che adesso è inverno…
Però l’estate arriverà… Se avete voglia di una bella insalatona, ecco come potete fare per lavarla e mangiarla in sicurezza.
Sfatiamo il mito del bicarbonato: da solo sciolto in acqua non vi igienizzerà la verdura, non ha le proprietà chimiche per farlo. Però può esserci utile se abbinato a un potente igienizzante, che è l’acqua ossigenata!
Vi copio incollo la “ricetta scientifica” per lavare la verdura del chimico Fabrizio Zago, postata poco tempo va sul forum:
“Prendiamo come standard un lavello da 5 litri d’acqua. Poi se è di meno o di più, si riparametra il tutto.
In questi 5 litri si aggiunge un bicchiere di acqua ossigenata a 12 volumi e due cucchiai di bicarbonato. La soluzione friggerà un pochino ma non in modo pericoloso. Si lascia in ammollo per almeno 30 minuti, si risciacqua per bene, molto per bene, e abbiamo terminato.
I tempi di contatto sono importantissimi e più lunghi sono meglio è. Se si potesse lasciare in ammollo 1 ora invece che 30 minuti è meglio.”
L’acqua ossigenata a 12 volumi è quella per disinfettare le ferite, si trova in tutti i supermercati, non solo in farmacia.
Al suo posto potreste anche usare la candeggina delicata autoprodotta (magari meglio se la preparate senza il tensioattivo, che l’insalata al sapore di detersivo per i piatti non deve essere buonissima!).
La candeggina delicata è 26 volumi (non 12 v della ricetta), quindi ne basta mezzo bicchiere il 5 litri di acqua.
Il bicarbonato, leggermente alcalino, darà un ulteriore “spintarella” all’acqua ossigenata per far sviluppare l’ossigeno igienizzante.
Se volete dare un’occhiata a tutto il post di Zago eccolo.
Buone gravidanze a tutte! (...)

CONTINUA A LEGGERE

Last modified on

 Ads

Iscriviti alle newsletter di CACAO

E' gratis! Inserisci il tuo indirizzo e-mail nei box qui sotto
 
Iscriviti a Cacao Il Quotidiano delle buone notizie comiche

Iscriviti - cancella



Iscriviti a Cacao della domenica


Iscriviti - cancella

 

 

Leggi la Privacy

Vacanze benessere!

I Video di Alcatraz Channel

Tutti i video della Libera Università di Alcatraz

Comitato Nobel per i disabili Onlus

Nuovo Comitato Il Nobel per i Disabili Onlus
FAI UNA DONAZIONE AL COMITATO

Bonifico Bancario - Vaglia Postale

Chi c'e' online

Abbiamo 80 visitatori e nessun utente online

Cacao è una testata giornalistica regolarmente registrata presso il Trib. di Perugia Aut. n° 634 del 21/06/1982
Redazione:
Jacopo Fo, Simone Canova, Gabriella Canova, Maria Cristina Dalbosco
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domain Register: Associazione Cacao Libera Università di Alcatraz, S. Cristina di Gubbio 53, 06020 (PG) - PI: 00729540542