Patologie della tiroide, spetta l’esenzione ticket? Ecco cosa c’è da sapere

L’esenzione ticket viene riconosciuta quando il paziente rientra in determinati requisiti, quindi anche per malattie croniche.

Considerando l’ampia varietà di patologie, ci si potrebbe chiedere se i disturbi della toroide rientrano in quelli per cui è possibile ottenere le esenzioni.

esenzione ticket malattie tiroide
Anche le malattie tiroidee rientrano tra quelle che danno esenzione ticket – Cacaonline.it

La risposta è affermativa, ma il paziente deve rispondere a determinati requisiti. A differenza ad esempio dell’esenzione ticket che spetta ai diabetici, che è illimitata, quella inerente le malattie tiroidee prevede altri iter burocratici.

Come funziona l’esenzione ticket per i disturbi della tiroide

Chi soffre di patologie croniche, malattie rare o che causano invalidità ha diritto a molte forme di aiuto; alcune di esse si concretizzano con le esenzioni ticket.

come chiedere esenzione ticket disturbi alla tiroide
Chi soffre di disturbi alla tiroide deve sottoporsi a esami e terapie – Cacaonline.it

Significa che il paziente può sottoporsi alle visite specialistiche in modo completamente gratuito, e lo stesso vale in alcuni casi anche per quanto riguarda l’acquisto di farmaci.

Sulle malattie della tiroide esistono le esenzioni ticket, ma il soggetto deve rispondere a determinati requisiti. Rientrano, tra questi, il riconoscimento di alcuni disturbi come:

  • Ipotiroidismo congenito e ipotiroidismo acquisito grave – a cui viene assegnato il codice 027;
  • morbo di basedow e altre forme di ipertiroidesmo – codice 035;
  • patologie neoplastiche maligne – codice 048;
  • tiroide di hashimoto tiroide linfocitaria cronica – codice 056.

Oltre alle esenzioni per le patologie sopra citate dobbiamo ricordare che se la malattia porta a sviluppare forme di invalidità, allora al paziente saranno riconosciuti anche tutti i benefit riservati agli invalidi civili, che come sappiamo variano in base alla percentuale di invalidità e anche alla situazione economica.

Naturalmente, le malattie tiroidee a parte casi rari, difficilmente portano a invalidità, ma possono concorrere altre patologie concomitanti. Per ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile, dunque, il soggetto deve effettuare l’iter previsto per qualsiasi patologia, condizione fisica o psicologica gravi. Richiesta del medico curante con tutte le documentazioni, invio telematico all’INPS, visita presso la Commissione se richiesta e elaborazione del verbale con le conclusioni elaborate dalla Commissione.

Gli assistiti affetti da patologie croniche possono dunque ottenere l’esenzione totale dal contributo solitamente dovuto per il costo delle prestazioni specialistiche. Per ottenere l’esenzione per patologia cronica, il cittadino deve presentare all’ufficio territoriale competente la certificazione rilasciata da un medico specialista.

Sicuramente anche solo l’esenzione del ticket per disturbi alla tiroide rappresenta un aiuto considerevole, visto che chi soffre di questo tipo di malattie deve sottoporsi a continui controlli medici e anche assumere farmaci per tenere sotto controllo i sintomi e le complicazioni.

Impostazioni privacy