Posso entrare in cabina elettorale con il cane?

Il giorno delle votazioni si sta avvicinando e non sono poche le persone che si pongono una domanda, “Il mio cane può entrare in cabina elettorale?”.

L’Organizzazione internazionale protezione animali ha comunicato le direttive da seguire l’8 e il 9 giugno, quando si andrà a votare per le elezioni europee e in tanti Comuni anche per il Sindaco e i Consiglieri.

Portare il cane in cabina elettorale, è possibile?
Portare il cane in cabina elettorale, è possibile? (Cacaonline.it)

Grande fermento intorno alle elezioni europee 2024 che si terranno l’8 e il 9 giugno insieme al primo turno delle elezioni amministrative e alle regionali in Piemonte. Ricordiamo che con le elezioni europee i cittadini dell’Unione Europea sono chiamati ad eleggere i propri rappresentanti come Membri del Parlamento Europeo ogni cinque anni. I seggi saranno aperti da sabato 8 a partire dalle ore 15.00 alle 23.00 a domenica 9 dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

Sono interessati al voto per le elezioni europee 51 milioni 198 mila 828 cittadini. Le elezioni amministrative, invece, interessano quasi 17 milioni di italiani. In molti si domandano quali siano le direttive sul portare il proprio cane in cabina elettorale. A fornire una risposta l’Organizzazione internazionale protezione animali. In linea generale non ci sono divieti da parte del Ministero dell’Interno.

Andare a votare con il cane è sempre possibile?

Mancando indicazioni da parte del Ministero dell’Interno, l’Oipa presuppone che non ci sia alcun divieto nel portare il cane con sé quando si andrà a votare durante il fine settimana. Il cane può entrare nell’edificio e nella cabina elettorale anche se la decisione finale in realtà spetta al presidente di seggio. Sarà questa figura, infatti, ad avere l’ultima parola sull’eventuale entrata del cane nella cabina elettorale o nella stanza del seggio.

Le condizioni per far entrare il cane al seggio
Le condizioni per far entrare il cane al seggio (Cacaonline.it)

Potrebbero esserci persone allergiche o paura dei cani da parte di qualche persona che lavora. In questi casi l’amico a quattro zampe potrebbe dover rimanere fuori dalla porta. Nella nota pubblicata dall’Oipa si legge proprio come sia “Il presidente del seggio che ha la possibilità di acconsentire o meno l’accesso al nostro amico con la coda”. Diverse le indicazioni qualora il cane in questione sia un cane guida.

Non si potrà mai lasciare l’animale fuori dal seggio se accompagna una persona non vedente. Il presidente di seggio dovrà trovare altre soluzioni per non creare problemi ai lavoratori. L’Oipa, poi, fornisce altre indicazioni importanti. Consiglia di tenere il cane al guinzaglio ben stretto e di portare con sé la museruola perché il presidente di seggio potrebbe chiedere di farla indossare all’animale. Infine avvisa di non lasciare il cane legato al palo qualora non venisse concesso l’ingresso al seggio.

Impostazioni privacy